Home / Guida alla scelta della Piscina / Tutto quello che devi sapere per progettare il locale tecnico della piscina
Locale tecnico

Tutto quello che devi sapere per progettare il locale tecnico della piscina

Se state progettando una piscina e avete già fatto qualche ricerca forse avrete già sentito parlare del locale tecnico. È uno di quegli elementi che, nonostante non si veda, è molto importante in quanto rappresenta la sala macchine dov’è contenuto tutto l’impianto che permette il funzionamento della piscina.

È importante pensare a questo elemento nella fase di progettazione poichè è necessario riservargli uno spazio adeguato, in modo da essere di comodo utilizzo. Sarebbe un pasticcio ritrovarsi nel bel mezzo della costruzione della piscina e rendersi conto di non avere spazio sufficiente per il locale tecnico.

Cerchiamo però di capire nel dettaglio di cosa si tratta.

Cos’è e a cosa serve?

interno di un locale tecnico

Per chi non lo conoscesse partiamo spiegando che il locale tecnico non è altro che un vano (uno stanzino o un box preassemblato) posizionato in un luogo non distante dalla vasca che servirà a contenere il sistema di filtrazione, il sistema di riscaldamento, quello di illuminazione ed eventuali comandi per fontane e giochi d’acqua.
Può contenere inoltre gli strumenti per l’analisi dell’acqua e per il dosaggio automatico dei prodotti chimici. Se le dimensioni lo permettono può ospitare anche gli oggetti necessari a pulizia e manutenzione della piscina (robot, coperture, chimici).

La sua funzione principale è tenere all’asciutto tutte le componenti dei vari impianti di funzionamento della piscina e, al contempo, proteggerli da fonti di calore e dal pericolo di allagamento.

Dove va posizionato?

locale tecnico interrato con botola

Come già accennato il locale tecnico andrà posizionato in un luogo non distante dalla vasca, sia che venga interrato o installato fuori terra.
Si consiglia di non superare i 15 metri in modo che, oltre a limitare le perdite di carico nel circuito idraulico, si possa avere un controllo maggiore e rendere più agevoli gli interventi sui vari apparecchi e dispositivi presenti al suo interno in caso di malfunzionamenti.

Garage e cantine, o un’altra parte sotterranea dell’abitazione, possono rappresentare ottime soluzioni per il locale tecnico, soprattutto in quanto danno la possibilità di sfruttare i collegamenti preesistenti, non solo con la rete idrica, ma anche con quella elettrica e fognaria.

Caratteristiche e dimensioni

Le caratteristiche di un locale tecnico ottimale sono:

  • mancanza totale di umidità (in quanto nociva per le componenti elettriche)
  • buona illuminazione, areazione e capienza
  • presenza di un ottimo scarico o di una o due pompe automatiche con un grande pozzetto (per evitare il rischio di allagamenti)

Nel caso in cui non ci siano problemi di spazio è bene non limitare le dimensioni del vano tecnico, in quanto dev’essere facilmente accessibile e ispezionabile.

locale tecnico interrato pieno

Per esempio, le misure minime dell’area che accoglie il gruppo di filtrazione e le sue annesse apparecchiature (senza dimenticare la possibilità di accedervi comodamente) sono di 1,5 x 1,5 metri, in questo caso sarà preferibile uno stanzino di 3 x 2 metri. Questo spazio permetterà di ispezionare le attrezzature presenti con maggiore agio e potrà essere sfruttato anche per stoccare i prodotti chimici per l’acqua, gli attrezzi per la manutenzione e anche tutti gli accessori per il divertimento e il relax più i complementi d’arredo legati alla piscina.

L’altezza del locale tecnico deve essere definita dall’impiego prevalente che se ne intende fare. Ad esempio, se la sua funzione principale è quella di riparare il gruppo di filtrazione, composto da un filtro a sabbia o a cartuccia, sarà sufficiente un’altezza tra 1,3 e 1,5 metri: poichè i filtri vengono installati sulla parte anteriore, sarà possibile accedervi facilmente senza entrare completamente all’interno del vano.

Nel caso in cui il filtro a sabbia non abbia un diametro superiore a 760/800 (portata da 17 a 22 m³ all’ora), l’altezza indicata è adatta per permettere di cambiare la sabbia quando risulta necessario.
Se la tua piscina dovesse avere un filtro a cartuccia consigliamo comunque queste dimensioni, anche se è molto più stretto di un filtro a sabbia, è meglio lasciarvi più spazio nel caso decidiate di sostituirlo.
Il filtro a diatomee, invece, richiede un’altezza superiore, tra i 2 e i 2,2 metri.

Se, in mancanza di spazio, non fosse possibile costruire uno stanzino (o utilizzarne uno già esistente) che funga da locale tecnico con queste dimensioni, ci sono alcune alternative, vediamo quali sono.

Tipologie

Locali tecnici interrati

In cemento o vetroresina hanno coperchio piatto o decorativo (l’unica parte visibile in quanto il resto andrà interrato). Sono adatti ad impianti complessi o costituiti solo da pompa e filtro, al quale si potrà accedere grazie ad una botola e una scaletta (a seconda delle dimensioni). Non permette però di ospitare al suo interno anche prodotti chimici e accessori.

Scopri i locali tecnici interrati

 

Locali tecnici fuori terra

Si tratta di box, completamente visibili in quanto appoggiati sul terreno circostante la piscina, accessibili tramite sportelli frontali in cui si potrà sistemare l’impianto di filtrazione. Esistono tipologie costruite appositamente con l’aspetto di grosse rocce in modo che si mimetizzino con l’ambiente per non distrurbare troppo la visuale.

Scopri i locali tecnici fuori terra

 

Locale tecnico esterno a casetta

Se poi volete fare le cose in grande ed avete lo spazio necessario potrete scegliere una casetta in legno da adibile a locale tecnico. In questo modo avrete di certo tutto lo spazio necessario a sistemare e riporre impianti vari e tutti gli accessori che utilizzate.

 

A proposito di Marco F.

Esperto di piscine interrate e delle loro tipologie di costruzione, felice di rispondere alle vostre domande.

Vedi anche;

come progettare una piscina interrata

Come progettare una piscina interrata: l’ideazione del progetto

È facile dire “quanto vorrei una piscina tutta mia” e immaginarsi in ammollo in una …

2 commenti

  1. Massimiliano Sed

    Buongiorno sono interessato al locale tecnico prefabbricato interrato. Mi stavo chiedendo se questo locale è completamente protetto dall’ingresso di acqua piovana, oppure se è comunque provvisto di una presa d’aria, che però dalle foto non vedo. Grazie

    • Buongiorno Massimiliano, dipende dal modello specifico di locale tecnico a cui è interessato però in generale sì, i coperchi non hanno fori e riparano senza problemi l’interno dalla pioggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *