Home / Normative Piscine Interrate / Tasse e burocrazia / Detrazioni fiscali Ecobonus 2019: le agevolazioni per ristrutturare la piscina
Detrazioni fiscali Ecobonus 2019 ristrutturazione piscina

Detrazioni fiscali Ecobonus 2019: le agevolazioni per ristrutturare la piscina

Se hai necessità di svolgere qualche intervento sulla tua piscina per sostituire elementi della struttura o per migliorare l’efficienza energetica dell’impianto ti interesserà approfondire l’argomento detrazioni fiscali Ecobonus 2019. Riconfermati anche per quest’anno dall’ultima Legge di Bilancio, questi prevedono una detrazione fiscale per interventi di manutenzione e di miglioramento delle prestazioni energetiche di strutture ed edifici.

Vediamo quindi qualche dettaglio e come queste agevolazioni possono aiutarti a ridurre le spese, nell’evenienza tu voglia apportare utili miglioramenti alla tua piscina.

Detrazioni fiscali Ecobonus 2019: requisiti e lavori ammessi in detrazione

tagli costi Detrazioni 2019

Le agevolazioni fiscali, a seconda della finalità degli interventi, prevedono due percentuali di rimborso diverse:

1. Bonus ristrutturazioni – 50%

Valido per gli interventi di:

  • Ristrutturazione estetica: lavori finalizzati a rendere più bella la piscina;
  • Ristrutturazione funzionale: gli interventi cioè che contribuiscono a migliorare l’efficienza e le performance della piscina;
  • Ristrutturazione impiantistica: sono i lavori rivolti alla sostituzione delle tubazioni, dei sistemi di filtrazione, degli accessori della vasca.

Per approfondire l’argomento leggi l’articolo completo su Come usufruire della detrazione fiscale 50% per la ristrutturazione di una piscina.

2. Ecobonus – 65%

Valido per gli interventi di:

  • Sostituzione (integrale o parziale) di pompe di calore*
  • Implementazione di sistemi di building automation*
  • Installazione di collettori solari per la produzione di acqua calda
  • Installazione di scaldacqua a pompa di calore
  • Installazione di generatori ibridi, costituiti da una pompa di calore integrata con una caldaia a condensazione.

L’Ecobonus può essere richiesto da tutti i contribuenti (anche i titolari di reddito d’impresa) che siano possessori dell’immobile sul quale verranno effettuati gli interventi.

L’importo detraibile corrisponde al 65% delle spese degli interventi fino ad un massimo che può variare, in base al tipo di intervento da effettuare, dai 30.00€ fino ai 60.000€.  Questo verrà restituito in detrazioni Irpef, scalandolo dalle tasse future in 10 rate annuali.

L’aliquota di detrazione, invece, è al 70% e al 75% per gli interventi in condomonio con limite di spesa è di 40.000 € a unità immobiliare.

Interventi sulle pompe di calore

Precisiamo, a proposito degli interventi che coinvolgono le pompe di calore, che per ottenere l’Ecobonus devono configurarsi come sostituzione integrale o parziale del nuovo impianto e non come nuova installazione. Le pompe di calore devono inoltre garantire un coefficiente di prestazione (COP) pari a 4,1% o 5% nel caso di pompe inverter, valori corrispondenti ai minimi fissati dal decreto DM 06.08.09.

Le spese detraibili includono:

  • smontaggio di componenti del vecchio impianto
  • fornitura e opera di tutte le apparecchiature
  • eventuali interventi sulla rete di distribuzione, sui sistemi di accumulo, emissione e trattamento dell’acqua, sui dispositivi di controllo e regolazione
  • spese per le prestazioni professionali necessarie alla realizzazione degli interventi e alla documentazione tecnica.

Non dimenticare di conservare la certificazione del fornitore (o produttore) che attesti che il prodotto rispetta i requisiti tecnici.

Come ottenere la detrazione?

Detrazioni fiscali Ecobonus 2019

Per beneficiare delle detrazioni fiscali Ecobonus 2019 ricordiamo che i pagamenti devono essere effettuati tramite bonifico parlante. Questo deve contenere:

  • I dati (nome, cognome, codice fiscale) di chi effettua il pagamento che devono corrispondere a quelli indicati in fattura.
  • Il numero di fattura e i dati di chi la emette.
  • La causale precisa che, per la detrazione al 50% è “Lavori edilizi (articolo 16-bis del Dpr 917/1986)”, per l’ecobonus è “Riqualificazione energetica (articolo 1, commi 344-347, legge 296 / 2006)”

 

Quali sono i lavori che possono interessare la tua piscina?

Ecco una lista di spunti per rispondere a questa domanda:

  • Riparazione e rinforzo della struttura
  • Rinnovo della pavimentazione del solarium
  • Sostituzione del bordo piscina
  • Rifacimento del rivestimento interno della vasca
  • Ristrutturazione dell’impianto di filtrazione e ricircolo
  • Installazione o rinnovo dell’impianto di illuminazione
  • Installazione o rinnovo di impianti di riscaldamento
  • Installazione di impianti di idromassaggio o nuoto controcorrente
  • Installazione di dispositivi per la gestione automatica degli impianti

Scopri anche come approfittare delle agevolazioni per ristrutturare casa e giardino.

A proposito di Alessandro M.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo delle piscine?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi anche;

Piscine: come sfruttare le detrazioni fiscali al 50%

Per i possessori di piscine ci sono ancora buone opportunità fiscali da sfruttare. In base …

11 commenti

  1. Buongiorno, vorrei installare una copertura sulla mia piscina privata interrata ma il costo non è poco, questa spesa potrebbe rientrare nel bonus fiscale del 50%? o del 65% per risparmio energetico?
    Grazie

  2. Cristina Bergamini

    Salve, sono in trattativa per acquistare una Pompa di calore per la mia piscina fuori terra.
    Leggo che l’Ecobonus 65% è previsto anche per la voce “Installazione di scaldacqua a pompa di calore”.
    Chiedo conferma se sia possibile la detrazione anche nel mio caso (piscina fuori terra).
    Ringrazio e saluto cordialmente.

    • Buonasera Cristina, confermo che la detrazione sull’acquisto delle pompe di calore è possibile anche per le piscine fuori terra.

  3. Lanzani Pierangelo

    Costruendo una piscina nuova interrata , il costo della pompa di calore è detraibili con l’ Ecobonus al 65% .
    Ringrazio

  4. Rendina Domenico

    Buongiorno,vorrei coprire la piscina riscaldata con una struttura in acciaio e copertura impacchettatile in tessuto di PVC (modello pergotenda), per utilizzarla anche d’inverno.per poi aprire tutto in estate. Può questo tipo di intervento rientrare come ristrutturazione e miglioramento per l’utilizzo della stessa?

  5. Buongiorno,
    ho effettuato un lavoro straordinario in piscina: cambiati gli skimmer e sostituiti le tubature.
    Sono intervenute 3 aziende: quella che ha effettuato i lavori della piscina, azienda edile per gli scavi e giardiniere per sistemazione del manto erboso.
    Non sono riuscita a trovare una normativa che regolamenta la detrazione al 50% di tali interventi, anche se in internet ho trovato diversi blog, che lo danno per certo.
    Mi potete aiutare per favore?
    Grazie

    • Buongiorno, per effettuare questi lavori straordinari si è rivolta ad un geometra per aprire una pratica? Nel caso può rivolgersi a lui per avere indicazioni più precise in merito

  6. Buongiorno, sto effettuando un intervento sulla piscina consistente in sostituzione sistema di filtraggio, una centralina con i vari costi di manodopera. Volevo sapere se questa tipologia di intervento di manutenzione straordinaria rientra nella detrazione fiscale del 50%. Anch’io ho trovato diversi blog che lo danno per certo, la normativa parla di interventi di manutenzione straordinaria di edifici (la piscina dovrebbe far parte dell’edificio). Sulla Guida AGE aggiornamento luglio 2019 fra gli interventi della piscina si fa riferimento a “Rifacimento modificando caratteri preesistenti” che mi pare un pò generico. Grazie mille per la consulenza che vorrete fornirmi

    • Buongiorno Anna, come indicato nell’articolo, nella detrazine del 50% rientra anche la ristrutturazione impiantistica, cioè “i lavori rivolti alla sostituzione delle tubazioni, dei sistemi di filtrazione, degli accessori della vasca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *