Home / Pulizia e manutenzione / Girini in piscina? 2 modi per rimuoverli (anche senza ucciderli)
girini in piscina

Girini in piscina? 2 modi per rimuoverli (anche senza ucciderli)

Hai visto gironzolare qualche ranocchia nel tuo giardino e ora ti ritrovi un’orda di girini in piscina? Niente panico, non è la fine del mondo.

In sè le rane non sono una minaccia per la tua vasca ma possono rivelarsi piuttosto fastidiose.

Come arrivano in piscina? La risposta è semplice: la tua vasca rappresenta per questi anfibi una fonte di cibo e acqua. Di notte la piscina riflette le luci nelle vicinanze e attira un gran numero di insetti che la considerano una gigantesca pozza per abbeverarsi. Questo traffico di insetti attrae le rane, per cui gli insetti rappresentano la fonte di cibo primaria.

Tenenendo a mente questo aspetto, da un lato non è male avere qualche ranocchia in piscina (fanno piazza pulita di insetti fastidiosi) dall’altro però provocano 2 inconvenienti non trascurabili:

  1. Può capitare che, una volta tuffatesi, non riescano ad uscire e finiscano per affogare. In questo caso purtroppo potresti trovarne i cadaveri in acqua.
  2. Depositano in acqua le uova che, una volta dischiuse, ti lasceranno la vasca piena di girini.

rane in piscina

Come rimuovere i girini dalla piscina

Se la tua situazione rientra nel secondo caso e hai un gran numero di girini in piscina non c’è bisogno di disperare, come dicevamo all’inizio. Ci sono 2 metodi per liberarsene. Il primo ne prevede il decesso, il secondo invece lo esclude, anche se ti costringerà a svuotare la piscina quasi completamente. A te starà scegliere il male minore per risolvere il problema.

Vediamo come procedere.

1. Trattamento shock

trattamento shock per rimuovere i girini dalla piscina

Veloce, ma forse un po’ cruento, il primo metodo per risolvere il problema dei girini in piscina prevede di sopprimerli introducendo in vasca i prodotti sanitificanti di cui l’acqua ha bisogno. Procedi quindi con un trattamento shock con il dicloro: il cloro ucciderà i girini e, una volta morti, potranno essere facilmente rimossi dall’acqua con un retino.

Non dimenticare anche di eliminare le eventuali uova rimaste attaccate al rivestimento. Per farlo ti basterà strofinare il fondo della piscina con una spazzola per poi aspirare con attenzione tutta la superficie con un aspirafondo.

2. Trasferimento

trasferire i girini in piscina

Se hai deciso di salvare la vita ai girini che hanno invaso la tua piscina l’unico modo è trasferirli. Come puoi immaginare non è un compito semplice. Prima di tutto dovresti sapere che piccoli cambiamenti di temperatura, pH o salinità potrebbero causargli uno shock e ucciderli. Il modo più sicuro per procedere è quindi riempire dei secchi con l’acqua della piscina, catturarli con un retino e deposarli nei secchi.

Puoi già metterti l’animo in pace però: probabilmente non riuscirai ad acchiapparli tutti, per farlo dovrai svuotare la maggior parte della piscina. Procedi così:

1. Spegni il sistema di circolazione e posiziona una retina davanti all’outlet dello scarico. Assicurati che la retina sia a maglie abbastanza strette da catturare i girini.

2. Svuota la piscina fino a lasciare 30 cm d’acqua dal fondo.

3. Riempi uno o più secchi con un po’ dell’acqua rimasta in piscina e tienili in vasca in modo che la temperatura resti costante.

4. Cattura i girini con un retino e depositali nei secchi. Una volta presi tutti svuota completamente la piscina.

5. Lascia che la piscina si asciughi completamnete prima di riempirla, così sarai sicuro che, se sono rimaste delle uova depositate su fondo o pareti, non si schiuderanno.

Cosa fare con i girini raccolti? Trova un ambiente sicuro in cui lasciarli liberi. Si troveranno bene in uno stagno, un torrente o un laghetto. Assicurati solo che non si tratti di una fonte d’acqua che possa prosciugarsi nei mesi successivi il loro trasferimento.

 

Come prevenire la presenza di rane e girini in piscina?

Per evitare che le rane arrivino in piscina e di conseguenza depositino le uova, generando girini, usa una copertura adatta alla stagione o una rete raccoglifoglie. Anche una recinzione può risultare utile, se hai abbastanza spazio attorno al perimetro della vasca.

A proposito di Luca B.

Grazie al mio lavoro e al confronto con numerosi clienti ho acquisito una grande esperienza riguardo al funzionamento di prodotti chimici utilizzati per i trattamenti e la pulizia dell'acqua delle piscine.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo delle piscine?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi anche;

Robot Piscina ZODIAC Vortex OV 5300

Robot piscina Zodiac, la novità 2019: il Vortex OV 5300

Come forse già saprai, Zodiac è un’azienda che produce, a livello globale, accessori per la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *