vasca idromassaggio

Vasche idromassaggio e spa domestiche: la norma in vigore

Le vasche idromassaggio e le spa domestiche sono note per offrire gradevoli sensazioni di benessere e relax. Oltre a questo, però, tali strutture sono accompagnate da specifiche norme, rivolte a produttori, installatori e distributori, utili per chiarirne meglio l’utilizzo, i requisiti di sicurezza e tutelare ogni acquirente.

Di cosa stiamo parlando? La norma EN 17125 è stata emanata nel 2019 dalla Commissione Impianti e attrezzi sportivi e ricreativi, col preciso scopo di stabilire le linee guida per l’utilizzo di vasche idromassaggio, spa domestiche ed hot tubs ad uso interno e/o esterno.

Se stai pensando di arricchire la tua zona relax o disponi già di una spa, non farti trovare impreparato: scopri insieme a noi tutte le caratteristiche e i requisiti fondamentali previsti da questa norma!

La norma EN 17125

tinozza in legno

La norma EN 17125 identifica i requisiti tecnici delle attrezzature necessarie all’interno di una spa, affinché essa risulti pulita, salutare e sicura per il cliente in fase di utilizzo.

Strutture coinvolte

Tale documento si riferisce a determinate tipologie di strutture per il benessere: tra queste troviamo infatti spa realizzate in operaportatili o gonfiabilispa per l’esercizio fisico (anche prefabbricate), qualsiasi attrezzatura associata ad esse e le Scandinavian hot tub.

Con quest’ultimo termine si fa riferimento a grandi vasche di legno di origine finlandese simili a botti sezionate, riscaldate da una stufa a legna, che seguono il tipico rituale scandinavo per la riduzione lo stress. Vengono chiamate anche tinozze in legno. 

Strutture non coinvolte

La norma comprende dunque tutti quei bacini d’acqua a temperatura controllata in un sistema chiuso, non integrati all’interno di una piscina. Per capirci, non si applica quindi a:

  • qualsiasi tipo di piscina (domestica o pubblica)
  • mini piscine secondo la EN 16927
  • spa pubbliche
  • piscine per bambini
  • spa destinate specificamente alla terapie fisiche/mediche, estetiche
  • vasche e piscine flottanti, da bagno
  • spa naturali
  • piscine per il parto

Requisiti fondamentali

idromassaggio

Il documento ufficiale della norma, nella sua completezza, è scaricabile direttamente dal sito dell’UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione). Qui cercheremo di riassumere quelli che sono i requisiti fondamentali che le vasche idromassaggio o le spa deve essere in grado di rispettare.

La seguente tabella ti aiuterà a far chiarezza su cosa dovrai aspettarti dalla tua vasca idromassaggio o spa:

Perdite d’acquaLe spa autoportanti non devono perdere acqua e devono minimizzare i pericoli e gli sprechi.
Materiali strutturali La scelta dei materiali deve considerare le influenze esterne, essi dovranno essere compatibili tra di loro.
Strutture a guscioDevono essere prive di spigoli vivi e di elementi che potrebbero causare danni ai bagnanti.
Capacità della strutturaIl produttore deve stabilire la capacità della struttura e il numero di bagnanti e, se possibile, i livelli minimi e massimi di acqua.
Accessibilità

L’accesso alla spa/vasca idromassaggio deve essere limitato da un dispositivo di sicurezza o da una copertura. 

Modalità di accessoPer spa con altezza della parete superiore a 850 mm è raccomandato avere un mezzo di accesso. Alle spa più profonde di 850 mm è consigliato, invece, avere un mezzo di uscita.
Aperture consentiteLe aperture accessibili non devono avere spigoli, punte, superfici abrasive e devono scongiurare il rischio di intrappolamento di mani e piedi.
Pericoli di schiacciamento e intrappolamentoLe parti mobili della scala e del dispositivo di sollevamento del coperchio non devono avere punti di schiacciamento e di taglio.
Filtrazione e circolazioneLe spa devono avere un ricircolo minimo di 12 volte attraverso il filtro, in un periodo di 24 ore. Devono essere in grado di effettuare un ricircolo del volume totale di acqua possibilmente entro 30 minuti.

Altri requisiti

Tubazioni

Tutte le tubazioni devono soddisfare diversi parametri tra cui la corretta dimensione per poter ricevere il giusto flusso.
Sistemi di aspirazioneDevono rispettare diversi parametri. Le prese e gli impianti di aspirazione devono prevenire l’intrappolamento di capelli e corpo.
Trattamento dell’acqua e standard chimici 

Una consulenza adeguata per il trattamento dell’acqua deve essere messa a disposizione dell’utente finale nel punto di acquisto e/o nel manuale.

RiscaldamentoLe regole cambiano a seconda della struttura di cui si dispone. In generale, possono essere usati molti tipi di riscaldatori per l’acqua (pompe di calore, caldaie a gas, pannelli solari ecc..) 
Efficienza energetica

Il consumo energetico delle spa domestiche dipenderà da fattori quali la tipologia, la temperatura dell’acqua e dell’aria, la durata dell’uso.

Coperture ed armadi 

Le coperture servono per la sicurezza, l’efficienza energetica, la sporcizia e la protezione del prodotto. Gli armadi, se forniti, devono impedire l’accesso ai componenti elettrici e alle parti rotanti.

Accessori

Devono essere sicuri e compatibili con la spa e utilizzati secondo le istruzioni del produttore.

Requisiti elettriciGli standard da rispettare sono diversi. Gli accessori elettrici devono essere conformi alle normative nazionali di sicurezza. 

Stai utilizzando correttamente la tua vasca idromassaggio? Scopri: “Vasca idromassaggio: i 6 errori più comuni da evitare

Messa in servizio di vasche idromassaggio o spa

vasche idromassaggio

L’installatore dovrà fornirti le dovute informazioni per quanto riguarda la scelta del sito e della location appropriata per ospitare la tua vasca idromassaggio o spa. Inoltre, dovranno essere chiarite tutte le specifiche sulla tipologia di installazione, seguendo questi criteri:

  • indoor e/o outdoor
  • interrata/o fuori terra
  • allacciamento fisso e/o portatile
  • permanente o mobile
  • ogni altra tipologia di installazione specifica della spa

Altre considerazioni riguarderanno poi la minimizzazione del rumore, eventuali equipaggiamenti di sollevamento, lo stato del  terreno circostante. Particolare attenzione dovrà poi essere prestata laddove vorrai installare una vasca idromassaggio sul tuo balcone o terrazzo. In tal caso, richiedi ad un ingegnere un calcolo strutturale. Saranno da valutare portata e capacità di carico del balcone: solitamente i terrazzi tollerano un sovraccarico minimo di almeno 200 kg/m², tuttavia, nelle costruzioni più recenti, la soglia di tollerabilità può arrivare sino a 400 kg/m².

Infine, assicurati di ricevere tutte le informazioni necessarie per quanto riguarda sistema di filtraggio, vasca di compenso, qualità dell’acqua e messa a riposo per l’inverno.

Vuoi ricevere in anteprima le novità sul mondo delle piscine?
Allora lascia il tuo indirizzo email qui sotto:

Vedi anche;

piscina da terrazzo fuori terra

Tutto quello che devi sapere sulle piscine da terrazzo

Per progettare una piscina non è necessario un cortile o un giardino: se disponi di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *